Home » Amministrazione diretta centrale: organi strutturali e ausiliari

Amministrazione diretta centrale: organi strutturali e ausiliari

amministrazione diretta centraleL’Amministrazione diretta centrale è composta dagli organi centrali dello Stato con competenza su tutto il territorio nazionale. Come detto nella precedente lezione, l’organizzazione della pubblica amministrazione può essere:

  • diretta centrale o periferica;
  • indiretta centrale o periferica.

AMMINSTRAZIONE DIRETTA CENTRALE: GOVERNO E MINISTERI

Governo

Il Governo rappresenta l’organo costituzionale cui spetta l’esercizio del potere esecutivo, dell’attività di indirizzo politico, e si colloca al vertice della struttura amministrativa statale.

Sono organi necessari del Governo:

  • il Presidente del Consiglio dei Ministri;
  • il Consiglio dei ministri;
  • I singoli Ministri.

 I Ministeri

Il Ministero è la ripartizione fondamentale dell’amministrazione diretta centrale ed è competente per un ramo di attività amministrativa e per determinate materie ed affari spettanti allo Stato.

A capo di ogni dicastero vi è il Ministro coadiuvato nello svolgimento delle sue funzione da Sottosegretari di Stato e da un ufficio di gabinetto. Inoltre, nell'organizzazione dei Ministeri, possiamo individuare due due strutture di primo livello:

  • i dipartimenti
  • e le direzioni generali, le quali possono far capo ad un Segretario generale, organo di vertice burocratico, che opera alle dirette dipendenze del Ministro.

Quest'ultimo ha la funzione di collegamento fra il Ministro e la struttura amministrativa sottostante e di coordinamento dell’azione amministrativa.

AGENZIE PUBBLICHE E COMITATI INTERMINISTERIALI

Agenzie pubbliche

Le Agenzie pubbliche fanno parte dell’amministrazione diretta centrale. Costituiscono il braccio operativo dei dicasteri per le attività a carattere tecnico. (Esempio Agenzia delle Entrate). Anche se godono di autonomia operativa e di bilancio, sono sottoposte alla vigilanza e controllo dei Ministeri competenti.

Alcune Agenzie hanno personalità giuridica ed agiscono, pertanto, jure proprio, mentre altre agiscono come organi delle amministrazioni di riferimento.

 Comitati interministeriali

I Comitati interministeriali fanno parte dell’amministrazione diretta centrale. Sono organi collegiali, costituiti da più Ministri, istituiti per la cura di particolari settori dell’amministrazione che esigono un coordinamento dell’attività di più Ministeri.

Principali Comitati interministeriali sono:

  • CIPE - il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE). Questo organo svolge funzioni di coordinamento in materia di programmazione, di politica economica nazionale e di coordinamentodella politica economica nazionale con le politiche comunitarie;
  • CICR - il Comitato interministeriale per il credito ed il risparmio (CICR). Questo organo svolge funzioni di alta vigilanza in materia di tutela del risparmio, in materia di esercizio della funzione creditizia e in materia valutaria;
  • CIRS – Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica con funzioni di consulenza e proposta al Presidente del Consiglio in tema di sicurezza e informativa
  • CIAE - Comitato interministeriale per gli affari comunitari europei (CIACE).

ORGANI AUSILIARI DELL’AMMINISTRAZIONE DIRETTA CENTRALE CON FUNZIONI CONSULTIVE

Consiglio di Stato

Questo organo è da un lato organo giurisdizionale di secondo grado nella giustizia amministrativa, e svolge, inoltre, funzione consultiva, quale organo ausiliario dello Stato.

La funzione consultiva si attua  con l'emanazione di pareri in materia giuridico amministrativa, i quali possono facoltativi o obbligatori. A loro volta, i pareri obbligatori possono essere vincolanti o non vincolanti, a seconda di cosa stabilisce la legge.

Avvocatura dello Stato

L’avvocatura dello stato è l’organo cui è affidata la rappresentanza e difesa in giudizio di tutte le amministrazioni dello Stato.

Svolge inoltre funzioni consultive su questioni tecnico giuridiche.

CNEL

Il consiglio nazionale dell’economia e del lavoro è organo collegiale di rilievo costituzionale con funzioni consultive per il Parlamento e il Governo su questioni di economia e lavoro.

Corte dei Conti

La Corte dei Conti è un organo collegiale e complesso, indipendente dall’esecutivo che opera in piena autonomia. Svolge le seguenti funzioni:

  • giurisdizionale in materia di contabilità pubblica (danno erariale);
  • consultiva per il Governo e il Parlamento;
  • di controllo preventivo della legittimità degli atti e successivo sulla gestione delle amministrazioni pubbliche.

ARGOMENTO DELLA PROSSIMA LEZIONE

Nella prossima lezione, approfondiremo il tema dell'amministrazione diretta periferica, analizzando i suoi principali organi e le funzioni che essi svolgono.