Bonifico bancario
Capiamo cos’è, giuridicamente, il bonifico bancario

Il bonifico bancario rappresenta uno degli strumenti di pagamento più diffusi tra i correntisti, Si traduce in un trasferimento di fondi che una banca effettua per conto di un cliente ordinante a favore di un beneficiario.

Ma il bonifico bancario come si configura sotto il profilo giuridico?

Da una parte, il cliente formula un ordine di pagamento alla banca. D’altra parte, l’istituto di credito esegue l’incarico ricevuto. Sotto questo profilo, il bonifico bancario si configura, prima face, come un rapporto di mandato semplice.

In realtà il rapporto giuridico cui da vita il bonifico bancario è più complesso. Possiamo qualificare l’ordine di bonifico formulato dal cliente come negozio giuridico unilaterale. Vale a dire, come una manifestazione di volontà che ha come destinatario la banca cui si chiede di eseguire il bonifico.

PUÒ la banca rifiutarsi di eseguire il bonifico bancario?

Sennonché, posto che il cliente abbia fondi disponibili sul proprio conto, può la banca, a fronte dell’ordine impartitole, rifiutarsi di eseguire il bonifico? In altri termini, cerchiamo di capire se l’ordine ricevuto dal cliente ha efficacia vincolante per la banca.

Ebbene, nella misura in cui vi sia disponibilità di fondi del correntista, la banca è vincolata ad eseguire l’ordine ricevuto. Questo perché, in base al rapporto sottostante con il cliente, la banca ha assunto l’obbligazione di eseguire gli incarichi ricevuti.

Con il bonifico bancario, la banca assume obbligazioni verso il beneficiario?

Abbiamo detto che le parti del rapporto sono il cliente ordinante e la banca. Ma sappiamo che il bonifico bancario si traduce in un trasferimento di fondi in favore del beneficiario indicato dall’ordinante.

Ebbene, nel rapporto di mandato che si instaura tra l’istituto di credito ed il cliente ordinante, che ruolo assume il beneficiario del bonifico bancario? Cosa accade se, la banca ha eseguito regolarmente il bonifico, ed il beneficiario non riceve i fondi?Bisogna, al riguardo distinguere due casi.

  1. L’istituto di credito si è obbligato anche nei confronti del beneficiario. In questo caso, la banca è vincolata all’adempimento sia verso il cliente ordinante che verso il beneficiario.
  2. L’istituto di credito non si è obbligato verso il beneficiario. Ovviamente, non è è esposta in alcun modo verso quest’ultimo.
Conclusioni sul bonifico bancario

Sicché, concludendo e tornando alla natura giuridica del rapporto cui da vita il bonifico bancario, possiamo qualificare il citato rapporto come fattispecie di delegazione di pagamento, dove il delegante è il cliente ordinante e delegato è l’istituto di credito.