Home » Diritto d’autore musicale: breve guida per le opere musicali

Diritto d’autore musicale: breve guida per le opere musicali

diritto d'autore musicaleCon l’espressione diritto d’autore musicale vogliamo riferirci, in generale, al diritto d’autore che ha come oggetto di tutela l’opera musicale.

Si tratta di un argomento che riguarda non solo i professionisti della musica, ma anche chi si se ne occupa a livello amatoriale.

Se non sei un musicista professionista, ma ami la musica, hai doti di cantante, o strumentista, e pubblici una tua canzone online, allora questo è il momento di approfondire questo tema.

Stesso discorso vale per chi ama ascoltare la musica, e sulle piattaforme telematiche dedicate, scarica o condivide brani musicali.

Vediamo cosa stabilisce la legge in merito al diritto d’autore musicale e quali sono i soggetti di questo diritto

La legge sul diritto d’autore all’art 2 elenca tutte le opere creative oggetto di protezione. In particolare l’art. 2 alla lettera b fa riferimento a “le opere e le composizioni musicali, con o senza parole, le opere drammatico-musicali e le variazioni musicali costituenti di per sé opera originale”.

Come puoi notare questa norma ha un contenuto molto esteso, al punto di farvi rientrare ogni tipologia di opera musicale.

Ma, poiché stiamo parlando di diritto d’autore musicale, dobbiamo domandarci chi è l’autore dell’opera musicale. L’autore è, molto semplicemente, colui che ha composto, ad esempio, una certa canzone.

La legge, però, spesso distingue tra autore e artista. In realtà, trovo l’espressione ingiusta, in quanto il compositore di un brano musicale esprime una delle forme d’arte più alte e qualificanti.

Comunque, ai fini della legge sul diritto d’autore, l’artista è l’interprete della canzone. Pensiamo al grande compositore e pianista George Gershwin. Ora immaginiamo Frank Sinatra che canta Summertime.

L’autore sarà George Gershwin mentre l’artista sarà Frank Sinatra. Questo vale ai fini della legge sul diritto d’autore, poiché George Gershwin è stato un grandissimo artista.

ELEMENTI COSTITUTIVI DELL’OPERA MUSICALE AI FINI DELLA TUTELA

Affinché l’opera musicale possa essere oggetto di tutela del diritto d’autore, deve presentare alcuni elementi costitutivo.

Innanzitutto, l’opera deve presentare l’elemento della creatività. Questo significa che deve essere risultato della creazione intellettuale dell’autore.

Altro elemento da considerare è quello della novità. Ai fini della tutela del diritto d’autore musicale, l’opera deve essere nuova. Questo significa che non deve trattarsi di una mera riproduzione di opere altrui, anche in forma indiretta.

All’elemento della novità si collega l’elemento dell’originalità. Si tratta di un elemento di sintesi che esige che l’opera sia il frutto della creazione propria dell’autore con carattere di novità.

QUALI DIRITTI SONO RICONOSCIUTI DALLA LEGGE?

Il diritto d'autore musicale racchiude una serie di facoltà molto importanti. Partiamo dai diritti patrimoniali.

L’art 12 della legge sul diritto d’autore stabilisce quanto segue. L'autore ha il diritto esclusivo di pubblicare l'opera. Ha altresì il diritto esclusivo di utilizzare economicamente l'opera in ogni forma e modo, originale o derivato, nei limiti fissati da questa legge”.

L’autore ha, inoltre, il diritto esclusivo di riprodurre l’opera come facoltà del diritto d’autore musicale. L’oggetto di questo diritto viene delineato dall’art. 13 della Legge sul diritto d’autore nei seguenti termini. Si tratta della facoltà di “moltiplicazione in copie diretta o indiretta, temporanea o permanente, in tutto o in parte dell'opera, in qualunque modo o forma”.

Non va dimenticato il diritto di “modificazione, di elaborazione e di trasformazione dell’opera” e il diritto di pubblicare le proprie opere in raccolta”.

Le facoltà rientranti nel diritto d’autore musicale perdurano per tutta la vita dell’autore e fino a 70 dalla sua morte. Questo vale in particolare per i diritti sopra citati, ovvero i diritti patrimoniali.

Diverso è il discorso per i diritti morali che non hanno durata e valgono in vita e dopo la morte dell’autore. Di cosa stiamo parlando, con il riferimento ai diritti morali d’autore? Ci riferiamo al diritto alla:

  • paternità dell’opera,
  • inedito,
  • pentimento,
  • integrità dell’opera.

Parlando di diritto d’autore musicale non possiamo omettere di fare riferimento al contratto tra autore dell’opera ed editore.

Si tratta di un contratto a prestazioni corrispettive.

  • L’autore si impegna a trasferire all’editore il complesso dei diritti di sfruttamento economico dell’opera.
  • A sua volta, l’editore si impegna a registrare e pubblicare l’opera, rendendola fruibile al pubblico e garantendone lo sfruttamento economico. Ovviamente, tra gli obblighi dell’editore rientra anche quello di pagare il compenso, pattuito, all’autore dell’opera.