TERMINE NEL CONTRATTO PRELIMINARE

dicembre 13, 2016

termine nel contratto preliminareIn questo articolo rispondiamo alla seguente domanda: qual è la natura del termine nel contratto preliminare? Il termine, in generale, è il decorso del tempo cui si ricollegano determinati effetti giuridici. Nel contratto preliminare, il termine ha la funzione di indicare la data entro cui addivenire alla stipulazione del contratto definitivo.


LA NATURA DEL TERMINE NEL CONTRATTO 

PRELIMINARE

Molti lettori del blog, chiedono quando il termine nel contratto preliminare può definirsi come essenziale.
Spesso, nel contratto preliminare, le parti si limitano a prevedere che il rogito notarile dovrà avvenire “entro e non oltre” una certa data.

Possiamo, in questi casi, parlare di termine essenziale o si tratta di un termine non essenziale? Qual è la differenza tra termine essenziale e non essenziale?

IL TERMINE NEL CONTRATTO PRELIMINARE:

ESSENZIALE O SEMPLICE?

La differenza riguarda gli effetti dell’inadempimento del preliminare una volta decorso il termine.
In caso di termine essenziale, l’inadempimento comporta la risoluzione di diritto del contratto preliminare ai sensi dell’art. 1457 c.c..
Se il termine nel contratto preliminare non è essenziale, il contratto non si risolve di diritto e continua ad avere forza di legge tra le parti. La parte adempiente dovrà diffidare l’inadempiente fissando un termine per l’adempimento, decorso il quale il contratto si risolverà di diritto.
Le parti possono, in ogni caso, accordarsi diversamente sia in caso di termine essenziale che di termine non essenziale. Il termine nel contratto preliminare non prevale sull’autonomia delle parti.

Affinché il termine nel contratto preliminare sia essenziale è necessario che sia qualificato esplicitamente dalle parti come tale.

La Corte di Cassazione ha specificato che la formula “entro e non oltre” non è idonea a qualificare il termine del contratto preliminare come essenziale. In questo caso, solo il Giudice potrà qualificare il termine come essenziale. A tal fine, dovrà verificare, interpretando il contratto, qual era la reale volontà delle parti.

Se risulta che per le parti, decorso il termine del contratto preliminare, non vi sarebbe più interesse economico alla stipula del definitivo, il termine sarà essenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *