mutuo fondiarioIl mutuo fondiario è un finanziamento che la banca eroga in funzione dell’acquisto di un immobile. Ha durata che può andare da 5 a 30 anni.

Normalmente, il mutuo fondiario è supportato da garanzia ipotecaria sull’immobile acquistato. Il costo del mutuo è costituito dagli interessi conteggiati attraverso il piano di ammortamento. Il debitore, quindi, ha l’obbligazione di pagare le rate alle scadenze, comprensive di interessi e capitale.


MUTUO FONDIARIO: QUALI ELEMENTI VALUTARE

Ma, se gran parte delle persone nella propria vita si trova a contrarre un mutuo fondiario, non è bene avere chiari quali elementi valutare per scegliere il più conveniente?

Per molte persone, l’acquisto di un immobile costituisce l’operazione “della vita”.

  Acquisto immobile = mattone = certezza di rivendita rientrando minimo di quanto speso.

Oggi questo assioma, causa la crisi, non è più vero. La capacità di pagare il mutuo, diventa il primo basilare elemento da valutare. Se non si paga il mutuo, la casa è a grande rischio, e con una vendita all’asta, è molto probabile che non si rientri neanche di quanto versato per l’acquisto.

A tutto ciò, si aggiunga che con un mutuo fondiario su un capitale di €.100.000,00 si può arrivare, a seconda della durata del mutuo, a pagare quasi il doppio.

Quindi, quando ragioniamo su quanto costa l’immobile, dobbiamo tener conto di quanto costa complessivamente, includendo anche gli interessi che si pagano alla banca.


Mutuo fondiario: omesso pagamento delle rate

Fin quando il mutuo non è estinto, la banca tiene in pugno la vostra casa.

Se non si paga una rata del mutuo, si applica il tasso di mora addebitato su quella rata inevasa.

Se il pagamento avviene dopo 30 giorni dalla scadenza, il proprio nominativo verrà inserito nelle banche dati di gestione del rischio di inadempimenti. Fatto questo che pregiudicherà la possibilità di avere altri finanziamenti.

Se si omette di pagare per più rate, la banca potrà optare per la decadenza dal beneficio del termine. La conseguenza sarà l’attivazione dell’azione esecutiva sull’immobile fino alla vendita all’asta.