La teoria della causalità umana è una concezione del problema causale nel diritto penale che fa capo all’Antolisei. Si tratta di un impostazione che ha avuto largo eco nella dottrina successiva e frequenti applicazioni giurisprudenziali.

Premessa di fondo della teoria della causalità umana

Secondo questa impostazione il problema causale è un problema giuridico di imputazione dell’evento al suo presunto autore. Quindi, per i sostenitori della teoria della causalità umana, non rileva stabilire se l’azione è causa dell’evento, ma se l’uomo è autore dell’evento.

Questa è la ragione per cui questa concezione della causalità ha preso il nome di teoria della causalità umana.

Nel processo penale, il problema causale assume una caratteristica particolare, data dalla necessaria partecipazione dell’opera dell’uomo nella dinamica causale. Si tratta di un problema di causalità umana che si distingue nettamente dalla causalità in senso meccanico naturalistico.

CAUSALITÀ DELL’AUOMO E CAUSALITÀ MECCANICO NATURALISTICA

Nel mondo naturale, l’uomo si differenzia dagli altri esseri animati in quanto fornito di coscienza e volontà.

  • I poteri conoscitivi, infatti, consentono all'uomo di rendersi conto di quelle situazioni di fatto che possono ostacolare o favorire la sua azione.
  • I poteri volitivi, inoltre, gli permettono di inserirsi nel processo causale, dando ad esso la direzione desiderata.

teoria della causalità umanaL'uomo, essere dotato di poteri conoscitivi e volitivi, è in grado di utilizzare i fattori esterni per dirigere la propria azione verso il raggiungimento di un dato scopo. Il che significa, nell'impostazione della teoria della causalità umana, che l'uomo, a differenza degli altri esseri animati, ha una propria sfera di signoria e controllo sui fattori esterni.

Il dominio dell'uomo sul mondo esterno può avvenire in due modi:

  • arrestando o deviando il corso causale,
  • oppure sottraendosi all'efficacia causale dovuta ai fattori esterni.

I FATTORI ECCEZIONALI CHE SFUGGONO AL CONTROLLO DELL’UOMO

Partendo, dunque, dalla premessa che esiste una sfera di signoria dell’uomo sul mondo esterno, la teoria della causalità umana passa ad individuare quali fattori sfuggono al dominio dell’uomo. Si tratta di un passaggio importante, in quanto l’evento che si sia verificato a causa di fattori esterni che sfuggono al dominio dell’uomo non gli potrà essere imputato.

I fattori che sfuggono al dominio dell’uomo sono quelli che hanno una probabilità minima di verificarsi: quelle circostanze cioè che si verificano in casi rarissimi. I fattori eccezionali, sfuggendo al controllo dell’uomo, se hanno determinato l’evento, comportano l’impossibilità di considerare lo stesso come opera dell’uomo.

Pertanto, per l’imputazione oggettiva dell’evento è necessario che tutti i fattori esterni rientrino nella sfera di dominio del presunto autore. Solo in questo modo, l’uomo può essere considerato causa esclusiva dell’evento.

Nel contempo, è necessario accertare che nella produzione dell’evento non abbiano concorso fattori eccezionali estranei alla sfera di signoria dell’uomo. Nel quale caso, l’evento non potrebbe essere considerato opera propria dell’uomo.

OBIEZIONI MOSSE ALLA TEORIA DELL’ANTOLISEI

La dottrina non ha mancato di evidenziare i punti critici di questa teoria causale. Possiamo raggrupparli in tre ordini di obiezioni.

  • Una prima obiezione riguarda la difficoltà nel determinare il grado di eccezionalità del fattore che esclude il nesso causale con l’uomo.
  • Una seconda obiezione riguarda l’assenza di specificazione nella descrizione dell’evento. Non viene cioè precisato se l’evento oggetto del giudizio di imputazione debba essere l’evento astratto o concreto.
  • La terza obiezione riguarda lo slittamento nel campo della colpevolezza che avviene attraverso l’uso della categoria della sfera di signoria dell’uomo sul mondo esterno.

Avv. Francesco MeattaMi auguro che anche questa lezione di diritto penale ti sia stata d'aiuto. Nella prossima lezione, concludiamo con la teoria dell'imputazione obiettiva il tema del nesso di causalità.

Ti rammento che se hai dei dubbi, puoi inviarmi, gratuitamente, i tuoi quesiti utilizzando il form di discussione che trovi qui sotto. Sarò lieto di risponderti.

Un caro saluto

Francesco